Bio

Dopo aver vinto il Festival di Castrocaro come nuovo volto, Gabriele Pignotta inizia a scrivere programmi televisivi per Rai e Mediaset, fino ad arrivare ad avere uno spazio comico in Al Posto Tuo su Rai Due, due programmi su Sky e la partecipazione come attore nel sabato sera di Rai Uno condotto da Pippo Baudo.

Abbandonata momentaneamente la televisione, Gabriele fonda la sua compagnia teatrale, iniziando a scrivere e produrre commedie e riscuotendo un enorme successo nei teatri. Il suo primo lavoro è “Una Notte Bianca, capace di sbancare il botteghino dei teatri off ed approdare sul grande palco del Teatro Manzoni di Roma, ma anche di far vincere a Gabriele il premio Gassman come miglior testo italiano. Successivamente scrive “Scusa Sono in Riunione, Ti Posso Richiamare?”, record d’incassi al Teatro Manzoni ed enorme successo al Teatro Sistina, e “Ti Sposo Ma Non Troppo”, trasformando le commedie di Gabriele in un vero e proprio successo nazionale.

Grazie al sodalizio lavorativo con il produttore Marco Belardi nel 2014 esce al cinema “Ti Sposo Ma Non Troppo”, tratto dall’omonimo spettacolo e scritto, diretto ed interpretato da Gabriele. Nello stesso anno arriva anche la collaborazione con Carlo Verdone, con cui scrive la sceneggiatura di Sotto Una Buona Stella, e la regia di tre progetti prodotti da Onemore Picture e Rai Cinema. Sono tre cortometraggi contro la violenza sulle donne presentati alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia e sette spot trasmessi dalle reti nazionali con protagonisti interpreti del calibro di Adriano Giannini, Ksenia Rappoport, Vinicio Marchioni, Giorgio Pasotti, Claudia Gerini, Ambra Angiolini, Raul Bova, Alessandra Mastronardi e Chiara Francini, e premiati con un Nastro D’Argento.

Nel frattempo continua l’attività teatrale con lo spettacolo “Mi piaci perché sei così”, scritto, diretto ed interpretato affianco di Vanessa Incontrada e sold out nei più importanti teatri nazionali.

Dopo avere fatto la classica gavetta nelle piccole compagnie di teatro ed essersi laureato in “Sociologia della Comunicazione”, approda nel mondo della televisione vincendo dapprima il Festival di Castrocaro, nel 1994, scrivendo programmi televisivi per la Rai con lo staff di Enzo Iapino – Raffaella CarràNavigator (RaiUno condotto da Enzo De Caro), Segreti e Bugie (Rai Uno condotto da Michele Cucuzza e Katia Ricciarelli), Eurotrash (Italia 1).

Nel 2002 ottiene un suo spazio comico su Rai Due ad Al posto tuo, 230 puntate in cui scrive ed interpreta i suoi interventi comici.

Nel 2004 è tra gli artisti voluti da Pippo Baudo per la prima serata del sabato sera di Rai Uno con lo stesso Pippo Baudo, e nello stesso anno scrive e la conduce due programmi su Sky.

Nel 2005 scrive dirige ed interpreta la Sit Com I & G, otto puntate andate in onda su Canal Jimmy piattaforma Sky.

Dal 2004 scrive, dirige ed interpreta 6 commedie teatrali di grande successo e nel 2008 fonda la sua Compagnia teatrale. Con le sue commedie Gabriele Pignotta ha saputo reinventare un genere, la commedia italiana, trasformandola con un taglio decisamente cinematografico, in una proposta artistica nuova, che attira migliaia di spettatori nella Capitale e in molte altre città d’Italia.

Dopo il primo grande successo nella capitale nel 2004 con Una notte bianca che vince subito il premio Gassman come 3° miglior testo italiano, Gabriele Pignotta porta in scena Scusa sono in riunione…Ti sposo ma non troppoSe tutto va male divento famoso e Mi piaci perché sei cosi al fianco di Vanessa Incontrada e record d’incassi al Teatro Quirino di Roma ed in tournée nazionale riscuotendo un grande successo di pubblico e stampa. In soli 2 anni la compagnia di Gabriele Pignotta diventa la compagnia di giro nazionale più promettente del nuovo panorama teatrale attirando l’attenzione dei Teatri più importanti.

Dopo essersi fatto notare con il cortometraggio Il primo giorno di primavera, il 2014 è l’anno del suo esordio su grande schermo. Scrive, infatti, il soggetto e la sceneggiatura dell’ultimo film di Carlo Verdone Sotto una buona stella ed esordisce alla regia con la trasposizione cinematografica di Ti sposo ma non troppo con Vanessa Incontrada e Chiara Francini di cui oltre ad essere protagonista, firma soggetto e sceneggiatura.

Firma il soggetto e la sceneggiatura del film della Filmauro Un Natale Stupefacente con Lillo e Greg e Ambra Angiolini.

Scrive e dirige il documentario per NPH Fondazione Francesca Rava sul tema dei bambini poveri dell’America Latina; scrive e dirige Racconta un’altra storia, una campagna sociale nazionale, prodotta da Rai Cinema e Onemorepicture (tre spot e un cortometraggio interpretati da Giannini, Rapporport, Gerini, Mastronardi, Trojano e Pasotti) che gli valgono un riconoscimento ai Nastri d’Argento.

Il suo percorso teatrale continua a  consolidarsi,  nel 2017 scrive e dirige la commedia “Non mi hai più detto ti amo” con Lorella Cuccarini (che si affida a Pignotta per debuttare nella Prosa) e Gianpiero Ingrassia già sold out nei migliori teatri Italiani.

Contemporaneamente firma la regia del suo primo film internazionale un fantasy per le famiglie dal titolo Otzi e il mistero del tempo [1] con Alessandra MastronardiVinicio Marchioni e un cast internazionale di primissimo livello.

Attualmente lavora allo sviluppo e alla preparazione del suo quinto film (terzo da regista).

Mentre in teatro e uno dei protagonisti della versione italiana del successo mondiale degli ultimi anni la commedia inglese “The Play that goes wrong” diretta dal regista inglese Mark Bell e della fortunata commedia “Ostaggi” scritta e diretta da Angelo Longoni.

Scarica la BIO breve

Commenti chiusi